Matriarcato utopia e eutopia?

2009 – Matriarcato: utopia o eutopia?

Dal non luogo al buon luogo. Moderni studi matriarcali, prospettiva della sussistenza, paradigma del dono.

In questo ultimi anni l’Associazione Armonie ha lavorato molto, partendo dalle ricerche dell’archeologa Marija  Gimbutas, sul tema del sacro femminile, sulla cultura matristica, sulla storia delle donne e le loro forme di ribellione – culture di resistenza che la società dipatriarcale tende ad occultare o a censurare.

L’ambito del nostro lavoro  ricerca ha l’obiettivo di accrescere la forza delle donne e di dimostrare che la secondarietà femminile non è un fatto naturale, ma il frutto di un lunghissimo e spesso cruento processo storico, politico e religioso.

Su questi temi abbiamo finora organizzato i seguenti eventi:

  • Convegno “Il mito e il culto della grande dea. Transiti, metamorfosi, permanenze”  novembre 2000
  • Presentazione degli Atti relativi ( marzo 2003)
  • Corso di cultura matristica autogestito ( 2003/2004)
  • Convegno “Dopo la dea. Religioni come segni e strumenti del patriarcato. Ribellioni delle donne come permanenze e rinascite dell’antico culto” (febbraio 2004)
  • Viaggio a Malta sulle tracce della dea ( maggio 2004)
  • Traduzione, sottotitolatura e presentazione alla Festa dell’Unità del documentario “Signs out of time” sulla vita di Marija Gimbutas (settembre 2004)
  • Convegno “Libri di donne, libri di dee” (novembre 2005)
  • Traduzione, sottotitolatura e presentazione nella sede di Armonie del documentario “The burning times” di Donna Read (febbraio 2006)
  • Incontri “Donne ed economia la sfida di uno sguardo diverso” (ottobre/dicembre 2006)  che continuano anche adesso (ottobre/dicembre 2007)
  • Ciclo di incontri “Cosa resta delle streghe oggi” (ottobre/dicembre 2007)

In questa direzione vogliamo proseguire con un convegno fissato per il 28 Febbraio 2009 che si prefigge lo scopo di divulgare le ricerche avviate in ambito storico, sociale, filosofico ed economico sulle diverse forme di società a carattere matriarcale del passato e del presente, sviluppate di recente da alcune ricercatrici appartenenti a reti femministe internazionali.

Lo scopo è quello di prendere in esame come modelli sviluppati dal pensiero femminile possano oggi costituire una visione e una proposta alternativa per la nostra collettività  e risultare positivi per la salute così provata di questo nostro unico pianeta.

Le relatrici invitate sono:

  • M.Giusi Di Rienzo, intellettuale femminista, saggista, giornalista, narratrice, regista teatrale e commediografa, formatrice, ha svolto rilevanti ricerche storiche sulle donne italiane per conto del Dipartimento di Storia Economica dell’Università di Sydney (Australia).
  • Heidi Abendroth, fondatrice nel 1986 della Hagia Internationale Akademie per gli studi moderni sul matriarcato e la spiritualità matriarcale che dirige ancora oggi. Nel 2003 ha organizzato il Primo Convegno Internazionale di Studi Matriarcali in Lussemburgo.
  • Genevieve Vaughan, autrice del libro “Per-donare, una critica femminista dello scambio”, ha dato vita alla Fondazione per una società compassionevole, ed è stata promotrice e finanziatrice di diversi congressi Internazionali sui matriarcati.
  • Veronika Bennholdt-Thomsen dirige l’Istituto di teorie e pratiche di sussistenza all’Università di Bielefeld in Germania. Le sue pubblicazioni includono saggi sui Women’s study, sull’antropologia sociale e sulla comunità matriarcale di Juchitan (Messico).