Categoria: Progetti

Identità e immigrazione

Identità e immigrazione

2006 – Identità e immigrazione al femminile CICLO DI INCONTRI DI FOTOGRAFIA APPLICATA SUL TEMA: “IDENTITA’ E IMMIGRAZIONE AL FEMMINILE: UN RACCONTO PER IMMAGINI” Il progetto sarà realizzato grazie al contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna (LINK A UN PDF visualizza la locandina) L’immigrazione nel nostro paese, inizialmente legata a un flusso alla ricerca di lavoro e solo successivamente ai ricongiungimenti familiari, ha prodotto una notevole presenza, anche nella nostra città, di donne provenienti da altre parti del mondo e quindi da altre culture, identità, modus vivendi e abitudini. Per la maggior parte di loro l’impatto con...

Struttura Madre Teresa di Calcutta

Struttura Madre Teresa di Calcutta

2012 – PROGETTO DI ATTIVITA’ DI RELAZIONE E SCAMBIO CON LE DONNE ITALIANE E STRANIERE OSPITI NELLA STRUTTURA DI ACCOGLIENZA “MADRE TERESA DI CALCUTTA” Il progetto già in corso di attuazione da alcuni anni si rivolge a donne italiane e straniere in momentaneo stato di difficoltà e ospiti della struttura Madre Teresa di Calcutta Sede Sedi del progetto sono l’Associazione Armonie Via Emilia Levante, 138 e la struttura di accoglienza Madre Teresa di Calcutta Via Felsina Obiettivi Favorire momenti di scambio e relazione fra donne Organizzare incontri riguardanti la salute e il benessere psicofisico attraverso attività volte a valorizzare la contaminazione...

Madri sole. Insieme è meglio

Madri sole. Insieme è meglio

2012 – Madri sole. Insieme è meglio – Esperienze, desideri, solidarietà fra donne Presentazione del progetto alla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna (approvato finanziamento in data 04.07.012) Le donne sono considerate da tutte le statistiche italiane le più preparate culturalmente, le più credibili alla sfida delle classi dirigenti. Al contempo sono le più colpite dalla crisi economica, dalla precarietà e da un welfare sfaldato e inadeguato a causa della restrizione dei servizi e dei costi elevati, mentre il lavoro di cura  non è riconosciuto come “produzione” né ci sono politiche pubbliche di sostegno alla genitorialità sia delle donne...

Proposte di lettura intorno all’economia

Proposte di lettura intorno all’economia

ALCUNE PROPOSTE DI LETTURA INTORNO ALL’ECONOMIA.. Letture sulla decrescita e critica dello sviluppo Mauro Bonaiuti – Obiettivo decrescita – EMI, 2005 AA.VV- Invito alla sobrietà felice – Emi, 2000 Maurizio Pallante – La decrescita felice – ed. Riuniti Serge Latouche – Come sopravvivere allo sviluppo – Bollati Boringhieri 2005 Ivan Illich – La convivialità – ediz. RED, ’93 Disoccupazione creativa – Ed.  Red G. Bologna – Manuale della sostenibilità – Ed. Ambiente 2005 Jared Diamond – Collasso-Einaudi 2005 Richard Heiberg – La festa è finita: la scomparsa del petrolio, le nuove guerre, il futuro dell’energia – Fazi,2004 R.Lorusso-N.De Padova “DePILiamoci-...

Documenti: Preferirei di no

Documenti: Preferirei di no

PREFERIREI DI NO. PASSI FUORI DALL’AZIENDA MONDO Nicoletta Cocchi Vorrei partire dal “preferirei di no” del titolo del mio intervento. E’ una frase divenuta  ormai famosa, che ho preso in prestito da un bellissimo racconto di Melville, “Bartleby”. Bartleby è  il protagonista del racconto, è un copista che lavora presso un notaio e che un bel giorno decide di non  voler   più copiare i documenti che gli sono stati dati in consegna. Ogni volta che il notaio gli commissiona un lavoro, Bartleby con voce paziente si limita  a dire “preferirei di no”, a volte in modo più secco dirà “...

Documenti:  Donne, povertà, globalizzazione

Documenti: Donne, povertà, globalizzazione

Donne, povertà, globalizzazione Nicoletta Cocchi Il tema da cui vorrei partire è la femminilizzazione della povertà vista  nel quadro più vasto della globalizzazione, un fenomeno sempre più diffuso, al nord come al sud, per arrivare poi alla questione delle madri adoloscenti, che di quella povertà è in larga parte il prodotto. Il livello di povertà delle donne sta aumentando in tutto il mondo e sempre più spesso sulle loro spalle si costruiscono economie di sopravvivenza, una condizione questa, che assume naturalmente  caratteristiche diverse nelle due parti del mondo, pur mantenendo elementi di continuità, rintracciabili per esempio nella  maggiore flessibilità e...

Consumare meno, consumare meglio

Consumare meno, consumare meglio

CONSUMARE MENO, CONSUMARE MEGLIO Secondo ciclo di appuntamenti 2007-2008 in collaborazione con Orlando associazione di donne Dopo aver esplorato visioni, teorie e analisi di studiose femministe di diversa impostazione, ma accomunate dall’ambizione di costruire uno sguardo alternativo al “pensiero unico” maschile della “scienza triste”, l’economia classica, riprendiamo il nostro percorso di riflessione proponendo, accanto all’approfondimento teorico, pratiche, esperienze, azioni concrete nella nostra vita quotidiana e nel nostro territorio. Mai come ora ci è sembrato impossibile separare l’analisi del presente, l’elaborazione di un nuovo pensiero di donne sull’economia e l’ambiente, le reti e le pratiche politiche che possiamo mettere in campo...

Dal balcone al mondo

Dal balcone al mondo

DAL BALCONE AL MONDO PASSANDO PER IL MIO QUARTIERE PREMESSA “Dal balcone al mondo passando…..” rientra in un progetto più ampio che le Associazioni di donne Armonie e Orlando stanno portando avanti da due anni sul tema ” Donne ed Economia: la sfida di uno sguardo diverso” attraverso la proposta di incontri, seminari e laboratori in una prospettiva di genere. I nessi tra le nuove economie, lo sviluppo sostenibile, il lavoro di cura, gli stili di vita, il consumo critico e la partecipazione attiva dei cittadini nella pratica di nuove forme di democrazia sono stati al centro degli incontri della...

Il territorio, l’ambiente, le nostre scelte

Il territorio, l’ambiente, le nostre scelte

IL TERRITORIO, L’AMBIENTE, LE NOSTRE SCELTE Percorsi praticabili nel rispetto del limite, dell’interdipendenza e delle responsabilità Le attuali emergenze ambientali ed energetiche sono il risultato di un sistema economico squilibrato che si fonda sul presupposto di una crescita costante, ritenuta normale, necessaria e infinita. La scarsità delle risorse e le ripercussioni sociali e ambientali legate al loro utilizzo e controllo, la corsa all’approvvigionamento energetico attraverso guerre, piccole e grandi, rendono sempre più urgente rivedere il vecchio paradigma economico basato sul bisogno di quantità crescenti di energia. Come finalizzare risorse e tecnologie alla produzione di un benessere duraturo nel rispetto del...