Voci di donne

2003 – VOCI DI DONNE

PREMESSA

L’idea del progetto è nata dal desiderio di divenire un punto di riferimento per le donne del quartiere, della città e della provincia nell’ambito della sicurezza, dei diritti, della salute, del benessere psicofisico, della solitudine, divenendo un importante nodo di raccordo nella rete delle agenzie pubbliche e private della città (Centri Antiviolenza, Associazioni di donne, strutture sanitarie, Polizia, legali, ecc).

Abbiamo condiviso assieme l’interezza dell’idea e l’abbiamo fatta nostra, cominciando a progettare uno spazio che qualifichi sempre di più l’attività sociale di Armonie.

COSA E’ IL PROGETTO

Al fine di raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefisse, abbiamo formato un gruppo di donne tra le socie che si sono rese disponibili ad attivare il servizio.

Momenti formativi:

  • Seminari condotti da un’esperta nell’accoglienza alle donne, mirato all’acquisizione di tecniche per rispondere al meglio alle richieste telefoniche di donne in disagio.
  • Seminari condotti da psicologhe mirate ad acquisire la capacità di rispondere ai bisogni con minor coinvolgimento emotivo possibile.
  • Seminario condotto da una rappresentante delle Forze dell’Ordine mirato ad acquisire conoscenze e percorsi facilitati in merito ai bisogni di donne che abbiano la necessità di rivolgersi alla Polizia.

STRUMENTI

Mappatura dei servizi e luoghi utili nel territorio per far fronte ai bisogni delle donne che si rivolgeranno al centro di ascolto.

Campagna informativa così suddivisa:

  • Manifesto informativo
  • Spedizione inizio servizio
  • Cartoncino informativo
  • Adesivi informativi

A CHI SI RIVOLGE IL PROGETTO

  • A tutte le donne italiane e straniere, che abbiano necessità in ambito disagio (violenza, maltrattamenti, solitudine, ecc).
  • Alla rete di tutte le Associazione femminili del territorio.
  • Alle agenzie pubbliche e private del territorio.

COME IL GRUPPO INTENDE OPERARE

L’approccio con la donna in disagio è:

  • attento ad evitare la prevaricazione (è la donna in difficoltà che sceglie il suo percorso, non l’operatrice, e questa è la fondamentale differenza tra aiuto e tutela
  • solidale (una donna che riceve una risposta da un’altra donna si sente più riconosciuta)
  • fiducioso (la donna non si sta inventando nulla di ciò che sta raccontando)
  • collaborativo (è importante che la donna senta che chi la sta ascoltando è pronta a collaborare con lei)

LA SEDE OPERATIVA DEL CENTRO DI ASCOLTO

  • Il punto di ascolto ha sede operativa presso Armonie.

ORGANIZZAZIONE

  • Il telefono è attivo il lunedì e il mercoledì dalle 15.30 alle 17.30.
  • Il numero telefonico è 051/548151

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *